Futuri studenti

Per essere ammesso al Corso di Laurea Magistrale in Scritture e progetti per le arti visive e performative lo studente deve essere in possesso della Laurea (ivi compresa quella conseguita secondo l'ordinamento previgente al D.M. 509/1999 e successive modificazioni e integrazioni) o del diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo di studi conseguito in Italia o all'estero, riconosciuto idoneo dagli organi competenti dell'Università (cfr. Regolamento Carriere Studentesche). Costituiscono titolo valido per l'ammissione al corso di laurea magistrale anche i diplomi di I e II livello di Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica (AFAM), ai sensi del decreto ministeriale 21 dicembre 1999, n. 508 e successive integrazioni.

Per l'ammissione si richiede inoltre un'adeguata preparazione di base, metodologica e storica, acquisita nel precedente corso di studi (negli ambiti linguistici, letterari, storico-filosofici, storico-artistici) e il possesso del requisito curricolare consistente nel titolo di laurea di primo livello in una delle seguenti classi:
 

ai sensi del D.M. 270/2004:
L-1 Beni culturali
L-3 Discipline delle arti figurative, della musica, dello spettacolo e della moda
L-5 Filosofia
L-10 Lettere
L-11 Lingue e culture moderne
L-12 Mediazione linguistica
L-15 Scienze del turismo
L-19 Scienze dell'educazione e della formazione
L-20 Scienze della comunicazione
L-24 Scienze e tecniche psicologiche
L-36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali
L-37 Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace
L-40 Sociologia
L-42 Storia
L-43 Tecnologie per la conservazione e il restauro dei beni culturali

Ai sensi del D.M. 509/1999
3 Scienze della mediazione linguistica
5 Lettere
11 Lingue e culture moderne
13 Scienze dei beni culturali
14 Scienze della comunicazione
15 Scienze politiche e delle relazioni internazionali
18 Scienze dell'educazione e della formazione
23 Scienze e tecnologie delle arti figurative, della musica, dello spettacolo e della moda
29 Filosofia
34 Scienze e tecniche psicologiche
35 Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace
36 Scienze sociologiche
38 Scienze storiche
39 Scienze del turismo
41 Tecnologie per la conservazione e il restauro dei beni culturali;

o nel titolo di Laurea del vecchio ordinamento (previgente al D.M. 509/99) in:
Conservazione dei beni culturali; Discipline delle arti, della musica e dello spettacolo; Filosofia; Lettere; Lingua e cultura italiana; Lingue, culture ed istituzioni dei paesi del Mediterraneo; Lingue e civiltà orientali; Lingue e culture dell'Europa Orientale; Lingue e culture europee; Lingue e letterature orientali; Lingue e letterature straniere; Materie letterarie; Musicologia; Pedagogia; Psicologia; Relazioni pubbliche; Scienze dell'educazione; Scienze della comunicazione; Scienze della formazione primaria; Scienze e tecniche dell'interculturalità; Scienze politiche; Scienze internazionali e diplomatiche; Scienze turistiche; Sociologia; Storia; Storia e conservazione dei beni culturali; Studi comparatistici; Traduzione ed interpretazione.

 

COLLOQUIO/PREVALUTAZIONE

Ai fini della verifica della preparazione personale dello studente, l’accesso prevede un colloquio di ammissione e/o una prevalutazione del curriculum precedente. Sono esonerati dal colloquio di ammissione gli studenti che abbiano conseguito, con una votazione di almeno 90/110, il diploma di laurea triennale nella classe L-10 ai sensi del DM 270/04 o nella corrispondente classe 5 di Lettere ai sensi del DM 509/99, presso il Dipartimento di Studi Umanistici (già Facoltà di Lettere e Filosofia) dell’Università di Pavia.

Le eventuali integrazioni curriculari vanno colmate prima dell’immatricolazione e precisamente: nel caso di studenti non ancora pervenuti alla laurea, durante il percorso formativo di primo livello (con l’inserimento ad es. di esami soprannumerari) o, nel caso di studenti già laureati, con l’iscrizione a corsi singoli nel periodo intercorrente tra la laurea e la chiusura delle iscrizioni al Corso di Laurea Magistrale.

 

STUDENTI STRANIERI

Ogni anno il Consiglio Didattico propone al Consiglio di Dipartimento il numero degli studenti stranieri extracomunitari non regolarmente soggiornanti in Italia da accogliere nel Corso di Laurea Magistrale.

Per gli studenti in possesso di titolo di studio conseguito all’estero la valutazione dei requisiti di accesso (compatibilità del titolo alle classi di laurea indicate, valutazione del curriculum, crediti e risultati di apprendimento rispetto alle competenze e ai SSD previsti, valutazione finale conseguita) avviene tramite esame dei curriculum da parte del Gruppo di gestione AQ del Corso di studio che valuta la necessità per lo studente di sostenere il colloquio di verifica della personale preparazione. Il colloquio avviene anche per via telematica.